lunedì 18 gennaio 2021

sorpresa...



Ecco una sorpresa che è andata in onda a Striscia la Notizia sabato sera.

La leggenda di Gian Pe Tadè, che nasce proprio nel mio paese. 

Spero vi faccia piacere, tutti i bambini del paese l'hanno imparata grazie al racconto di Domenico, la si tramanda di generazioni, in generazioni.

Il video è stato girato a Monastero, per un giorno l'emozione di essere ripresi da una trup.

 https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/la-leggenda-di-gian-pe-tade_71142.shtml?fbclid=IwAR0EET9U8omlPfoV4_BFyJKzCmtsLt3rkbhVpRtDL1iGAehk_ePjar63YSM


Spero vi piaccia, grazie di essere passati.

venerdì 15 gennaio 2021

Un sogno nel cassetto...

Ognuno di noi ha un desiderio nel cassetto e il mio si chiama Valeria Fabrizi.

Forse vi sembrerà strano, una donna come me che adora Pelù e Renato Zero, si ritrova ad avere il desiderio di incontrare un'attrice che ultimamente veste i panni di Suor Costanza in: Che Dio ci aiuti.

Eppure è così, vorrei averla nella tasca del mio grembiule, per tirarla fuori quando ho bisogno di parlare con qualcuno.

Lei sempre allegra, con i suoi gesti buffi, ma con un grande cuore.

Starei li, ore e ore ad ascoltarla, ad ammirarla nella sua semplicità.

Riesce sempre a strapparmi un sorriso, anche nei giorni no.

Rispetto molto la sua persona, la sua riservatezza, ma anche quel essere donna, che ha saputo portare i suoi dolori nel cuore e non sul suo viso. Un viso solare, che non nasconde il passare del tempo dietro un trucco.

Una donna che ha dato tanto al cinema e al teatro, ma che è rimasta umile.

Questo è il mio sogno nel cassetto.

Grazie, a chi anche oggi, si è fermato a leggere il mio post.

Valeria




martedì 12 gennaio 2021

Cantare...

Eccovi li, la cena è terminata e voi accendete il telefonino per avviare il Karaoke, scegliete un testo e iniziate a cantare. 

Voi due, fratelli, con la stessa passione di vostro padre. 

Che bello vedervi cantare, seduti uno accanto all'altro. Uniti da un legame forte, fatto anche di musica.

Cosa direbbe mio suocero, che tra le mura di quella casa che lui stesso ha costruito, i suoi figli cantano a squarcia gola, così forte che, anche se le finestre sono chiuse i vicini ascoltano con piacere.

Come quando lo facevi tu, seduto sul balcone, con la tua fisarmonica, suonavi e cantavi, mentre i vicini aprivano le loro finestre per ascoltarti.

Quella fisarmonica che hai voluto ereditassimo noi, con la quale il mio Gio inizia sempre con "Madonnina dai riccioli d'oro".

E io mi commuovo sempre, mi stringe il cuore perchè forte è il ricordo di una persona che ho amato.

Tu da lassù riderai nel vederci seduti a cantare. Tu sei sempre con noi, con i tuoi figli e con i tuoi amati nipoti.

Sono sicura che sei orgoglioso di Michelle che suona il piano, tu che vivevi di musica.

C'è sempre la musica a palla anche a casa nostra, Giorgio come arriva da lavorare l'accende e canta.

Oggi mi andava così, oggi in un attimo ti ho ricordato.

Grazie per aver letto il mio post, buona giornata Valeria





mercoledì 6 gennaio 2021

Radici...

Il forte legame che ho con le mie radici è qualcosa di indescrivibile, ma che mi da forte emozioni.

Così negli anni, grazie ai canali social, sono riuscita a riallacciare i contatti con quella parte della mia famiglia che vive al di là del Oceano, come a tutti i cugini sparsi per l'Italia.

Seguendo quel insegnamento tramandatomi dalla mia nonna, che mandava biglietti e lettere d'auguri, ho continuato a farlo, ricevendo in cambio bellissimi gesti d'amore.

Ma quello che vi racconto oggi è il mio regalo di Natale, datato 20 dicembre, giorno in qui da un operatrice di una struttura, mi è arrivato il video di Zia Anna, la sorella quasi centenaria di mia nonna.

Da mesi cercavo notizie, arrivando a chiedere in più centri se avevano tra i loro ospiti Anna.

Poi la mia  ricerca è andata a buon fine, come una bambina ho pianto, dinanzi a quel viso sorridente che porta i segni degli anni ma, i lineamenti sono i miei, mi assomiglia.

La dolcezza delle sue parole nel pronunciare il mio nome, la sua voce che pronunciava la parola nipote.

Sono andata dal parrucchiere per essere presentabile e riconoscibile e le ho mandato un mio video, ne sono seguiti altri, grazie al cuore di questa operatrice.

Ogni volta mi emoziono alle lacrime, ho salvato subito tutti i video perchè li tramanderò ai miei figli.

Appena sarà possibile, facendo tutti i procedimenti spero di vederla, intanto continuo a mandare video.

Forse l'emozioni che io provo, non arriveranno fino ai vostri cuori, ma io sento di aver esaudito ogni desiderio.

Quel viso, uguale alla mia nonna, quei lineamenti uguali ai miei, i suoi movimenti, hanno e fanno vibrare il mio cuore.

Sono felice, perchè contano i giorni e io non voglio più perderne, anche se ho bisogno di una video chiamata.

Grazie per aver letto questo post, Valeria

 

martedì 5 gennaio 2021

bianca e candida...

Qui la neve scende copiosa da giorni, rendendo i miei boschi un paesaggio magico.

Il suo candore mette in risalto le sagome dei caprioli che si vedono durante il giorno, mentre in giardino le orme di una lepre che stanotte ha scelto di dormire al riparo sotto la siepe.

I fiocchi sono grandi, mai tanta neve si era vista in questi ultimi anni, e sembra quasi una beffa, per gli impianti sciistici che sono chiusi. Per tutti quei miei concittadini che vivano della stagione invernale e che ora sono a casa.

Quel bianco mantello illumina anche il tardo pomeriggio, quando il buio scende tra le case e in mezzo ai boschi.

Anche le campane si sentono da casa mia, perchè regna il silenzio.

Tra poco dovremo mettere di nuovo in moto il trattore con la pala, per pulire la strada.

Anche oggi sono in zona rossa, niente negozio aperto, non mi resta che godermi il calore del camino mentre sbrigo le faccende di casa.

Buon Epifania a tutti, che sia un giorno dolce per voi tutti. 

Valeria


Questa foto è la mia divisa, che ho sempre usato per portare le caramelle ai vecchietti del ricovero.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...