martedì 3 agosto 2021

...

Non avrei mai voluto vederti piangere, i tuoi occhi arrossati sopra questa mascherina, il tuo corpo che si faceva sorreggere dal muro. 

Non avrei mai voluto che soffrissi, di nuovo, dopo che il destino si era già portato via i tuoi genitori quando ancora eri ragazzina. Adesso lui, il tuo amato cugino, il padrino delle tue figlie, quel poco di famiglia che ti restava. 

Non avrei mai voluto che andasse così, perchè lui era uno di noi, un amico di tutta la mia famiglia, un amico di tutta la comunità. Un uomo giovane 57 anni, generoso, buono, gran lavoratore. Il tuo sorriso e l'allegria erano esplosi proprio sabato sera.

Non avrei mai voluto vederti soffrire, io sono incapace di dire le parole giuste, riesco solo abbracciarti.

Vorrei continuarti a stringerti, per calmare quel pianto a dirotto. Se soffri tu, soffro anch'io, ma non c'è bisogno che te lo dica, tu lo sai.

Ti voglio bene Elisa.

12 commenti:

  1. A volte c'è un accanimento che non riusciamo a comprendere, né decifrare.. ci sono mille "non avrei" con i quali fare conti che sembrano non terminare mai.. ti rimane un abbraccio da donare, un esserci sempre, con la dolcezza che ti contraddistingue..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono giorni che vorrei dare di più, di saper dire di più, ma io non so farlo...le ho chiesto se voleva un panino o che le preparassi qualcosa a pranzo, pur sapendo che il suo stomaco adesso vuole rimanere vuoto. Ma il suo dolore, quello lo percepisco è dentro di me, i suoi occhi bagnati sono dentro il mio cuore. Grazie Franco

      Elimina
  2. Penso invece che tu le parole giuste le sappia dire e che la comunicazione non avvenga mai solo con le parole.
    Il tuo abbraccio, la tua empatia, la tua presenza... le saranno certamente d'aiuto.
    Mi dispiace :(
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carlo lo servito io al baretto, al bancone si è girato verso mio figlio e davanti a tutti gli ha fatto i complimenti per la serata di sabato. Questo è il mio ricordo insieme a tutte le volte che abbiamo parlato al bancone del baretto. Grazie

      Elimina
  3. Buon pomeriggio Valeria ogni perdita è una parte di noi che rimane senza una bpriciolina di affetto
    Ricordiamo con piacere parole, immagini di quella persona che non c'è più e che il semino da lui gettato dia buoni frutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. però continuiamo a chiederci perchè...perchè lui. Grazie

      Elimina
  4. Le tue parole sono giustissime, e voglio pensare che tu sia la sua famiglia, ora.
    Una meravigliosa sorella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisa non ha una sorella ma una suocera che l'adora come la cognata e questo dice da se che bella persona sia. Quando parlo di lei ai miei figli mi commuovo. Grazie

      Elimina
  5. Sposo in pieno le parole di Claudia e mi unisco al vostro dolore

    RispondiElimina
  6. Penso che tu abbia detto le parole giuste. Queste parole l’aiuteranno ad andare avanti. Mi stringo al vostro dolore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non ho mai parole giuste, forse qui sul blog le dico, ma dinanzi a certi dolori io sono muta, non escono e ho paura che non siano quelle giuste. Ma gli abbracci o un bacio anche con la mascherina mi viene spontaneo . Grazie

      Elimina

voi mi regalate vibrazioni al cuore, i vostri commenti sono così belli, ma sopratutto è come se,
ogni una di voi cucisse un pezzettino del mio cuore,
tante piccole toppe colorate, allegre, delicate e poi,
non vi fermate a cucire una toppa, ma la impreziosite con ricami, perline e merletti...
rendendo il mio cuore sempre più bello!
grazie Valeria

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...