martedì 21 settembre 2021

la felpa a fiori...

Giaceva nel armadio ormai da molti mesi, Michelle doveva ancora finire il primo anno di liceo...E poi ieri l'ho di nuovo tirata fuori...

La mia felpa blu a fiori... 

E' ormai vecchietta come me, tanto che i miei figli quando me l'hanno vista addosso sono scoppiati a ridere.

Ma è la mia preferita, quando la indosso mi sento a casa, anche quando ero in ospedale mi faceva sentire a casa.

E' arrivato l'autunno, la tanto attesa pioggia e fa freddo, improvvisamente fa freddo.

Si sta vendemmiando e sono scese le prime castagne.

Le mucche sono ancora in alpeggio, ma tra pochi giorni scenderanno a valle.

Michelle ha iniziato la seconda già da una settimana e tutto è ritornato con i solito casino di orario così tutti mangiamo pranzo in tempi diversi. Ma è tutto così bello e con la mia felpa mi sento bene, la indosso appena rientro a casa.

Al baretto del Circolo viene sempre meno gente, fa buio presto e le persone preferiscono stare a casa, eppure fino a poche settimane fa ai tavolini fuori c'era il pienone.

Un abbraccio grande a tutti voi.

20 commenti:

  1. Ci sono capi d'abbigliamento che non si indossano solamente, li ascolti mentre ti raccontano storie passate, parli loro mentre li accarezzi, aprono scrigni dimenticati di tempi andati ma che tornano magicamente con loro, non appena li dispieghi da un cassetto. Non regalano solo tepore ma fragranza di tempo andato, e te li coccoli ancora di più, e non fa nulla se gli altri ne sorridono, capiranno con gli anni e le stagioni..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Franco, mi hai capita benissimo ed hai usato parole bellissime. Penso che la conserverò anche se si dovesse strappare, nella mia scatola dei ricordi. Buona giornata

      Elimina
  2. Hai descritto un quadro dalle fattezze poetiche. Mi piacerebbe visitare i tuoi luoghi, sai? anche se io non sono una forte donna di montagna come te. Ma vorrei vederli come tu li vedi, assaporare quei profumi lì che tu descrivi così bene.
    Tieni la felpa che ti fa stare bene, che importa se non è nuova. Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tutto va bene dicembre partiamo con l'organizzazione della fiera Un asino per amico, ci teniamo molto, sarà a maggio...sono due anni che non siamo più riusciti per via della pandemia...Chissà se a maggio verrai a trovarci? Grazie, un abbraccio

      Elimina
  3. A volte basta indossare una felpa per sentirsi a casa, per ritrovare noi stessi, per ricordare il nostro passato. Trovo che il tuo post sia molto romantico. Buona giornata, cara Valeria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà la felpa è di una taglia in meno eheh, perchè quando l'avevo presa ero molto più magra e allora mi stava larga...adesso tira un po' sulla grande pancia, per quello i miei figli ridono. Ma ci sono legatissima. Grazie, un abbraccio

      Elimina
  4. Qui fa ancora piuttosto caldo.
    Vorrei vedere la tua felpa blu. Sarà sicuramente molto carina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mia suocera, che è in ferie a Mondello, fa il bagno e quando alla sera fa le video chiamate e ci vede con i felponi ride eheh! La felpa ha grandi fiori non è tanto per la mia età, allora ero giovane e con molti kg in meno...è un po stretta, ma tanto io la tengo sbottonata eheh. Un abbraccio

      Elimina
  5. Dai tra un po ci saranno coccole sotto la copertina sul divano..io amo il caldo ..tanto caldo. Ma lo dovrò salutare ..beh ma in compenso arriveranno cromie meravigliose. Di fiori .foglie. frutti autunnali ..camino acceso..... e coccole😉
    💕

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questa settimana ho già messo i piumoni nel letto...il camino non ancora...anche io preferisco il sole. Un abbraccio

      Elimina
  6. Anch'io ho i miei capi .preferiti..dj solito son quelli più usati ..la tua sara una bellissima felpa

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Con il subentrare delle stagioni più fredde immagino ci sarà qualche defezione ma avrete cmq sempre gente ed in più ti faccio notare che il solo fatto di esserci , secondo me. regala a tutti quelli del paese una sorta di sicurezza, di certezza, un sapere che se anche uno non ci va in questo momento voi siete cmq lì, fermi. granitici, insomma ripeto una vera ed autentica certezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si noi siamo volontari a gestire il Circolo, certo che a volte vedere nessuno fa un po' male, come se il paese si stasse fermando di nuovo....ma è tempo di castagne, tanti le raccolgono tutto il giorno dal mattino presto a sera e non escono più perchè sono stanchi. La passione di un volontario però è sempre la stessa...sempre pronti ad accogliere chiunque con il sorriso, pronti a dire una parola di conforto, o semplicemente a parlare del tempo che fa. Continueremo, grazie Daniele

      Elimina
  9. Bello il tuo racconto del golfino che ti fa sentire a casa .
    Io ho due foulard di seta indiana che mi furono regalati da
    una amica quando vivevo a Londra . Li ho talmente tanto portati
    che la seta si è diradata e rotta in diversi punti .
    Li ho lavati , piegati e messi in una busta nel cassetto .
    Non riesco eliminarli , troppi ricordi della mia giovinezza .
    Buona giornata . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora mi capisci, certi oggetti appartengono anche al cuore. Buona giornata

      Elimina
  10. Riesci a trasmettere le tue emozioni...un abbraccio Vale.

    RispondiElimina

voi mi regalate vibrazioni al cuore, i vostri commenti sono così belli, ma sopratutto è come se,
ogni una di voi cucisse un pezzettino del mio cuore,
tante piccole toppe colorate, allegre, delicate e poi,
non vi fermate a cucire una toppa, ma la impreziosite con ricami, perline e merletti...
rendendo il mio cuore sempre più bello!
grazie Valeria

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...